Distesa tra il mare e le verdi colline del Cilento, Laureana si trova a pochi chilometri da Paestum e Agropoli, porta naturale d’accesso alla costiera cilentana in area protetta del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, offre una vacanza animata da riferimenti e interessi diversi: il mare e la salubrità dell’ambiente, il diporto nautico e l'escursionismo nelle sue varie espressioni, la conoscenza storica e l'archeologia, la vita mondana durante la stagione estiva. Istituito nel 1991, il Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, in provincia di Salerno (Campania - Italia), è il secondo parco d’Italia per estensione ed include 82 comuni. Si estende dalla costa del Tirreno alle pendici dell’Appennino tra Campania e Basilicata ed include le cime dei monti Alburni, del Cervati, del Gelbison e i contrafforti costieri del Monte Bulgheria e del Monte Stella. Dichiarato dall’UNESCO Riserva mondiale di biosfera nel 1997 e Patrimonio dell'Umanità nel 1998, in termini strettamente ambientali, il Parco rappresenta un territorio di eccezionale valore naturalistico, con oltre 2000 specie di piante autoctone spontanee fra cui molte di natura endemica o rare, come la Primula di Palinuro che è anche il simbolo del Parco, ed una fauna altrettanto ricca che comprende alcuni animali a rischio di estinzione. Il senso del riconoscimento di Patrimonio mondiale dell’umanità che l'UNESCO ha attribuito al Parco, va letto tuttavia soprattutto in relazione ai caratteri del paesaggio culturale ed all’eccezionale sistema di testimonianze storiche del territorio, che vanta rilevanti presenze archeologiche quali Paestum e Velia, insieme ad una fitta trama di centri storici e di percorsi di rilevanza storica e paesistica.